1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars! (Rate it!)
Loading...

Aveva un carico di metanfetamina.
I droni sono così discreti, piccoli e versatili che da subito hanno attirato l’attenzione dei malviventi. Lo scorso maggio raccontavamo di quei criminali che usavano droni per rubare la marijuana dalle coltivazioni, oppure per ricattare i proprietari di dette coltivazioni minacciando denunce. Adesso, i droni sono stati ufficialmente arruolati come corrieri della droga o, almeno, questo è quanto pare sia accaduto vicino al confine tra gli USA e il Messico. Nel supermercato di un parcheggio di San Ysidro (un distretto di San Diego, in California, poco più a nord del confine messicano) è stato trovato un drone precipitato e, attaccati a esso con del nastro adesivo, sei pacchetti per circa 3 chilogrammi complessivi di metanfetamina. La polizia di Tijuana (Messico) sta ora indagando per capire da dove sia venuto il drone che, stando alle autorità messicane, non è l’unico né il primo a trasportare questo genere di carico. In questo caso, però, l’ipotesi è che il peso fosse eccessivo. Stando a quanto riporta l’Associated Press, i produttori di droga messicani sono sempre stati piuttosto creativi quando si tratta di inviare droga negli USA: nel corso degli anni hanno adoperato aerei ultraleggeri, tunnel scavati appositamente e persino catapulte. Peraltro, alcuni mesi fa all’esterno di una prigione della Carolina del Sud è stato trovato un drone che trasportava dei cellulari, marijuana e tabacco.

, , , , ,
Mentor

Written by Zeus

Membro orgoglioso di Dracia.com

Years Of MembershipVerified MemberContent AuthorViral InstinctStaff Website

Lascia un commento

Suora partorisce bimbo

L’Antitrust multa i gestori telefonici per 5 milioni di euro