1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars! (Rate it!)
Loading...

Proposta choc consigliere: “Intitoliamo strada ad Hitler”
Un’ iniziativa di stampo goliardico, un’ affermazione convinta di pessimo gusto o una provocazione fine a se stessa? E’ questa la domanda alla quale il Sindaco ed i consiglieri del Comune di Latina stanno cercando di trovare una risposta soddisfacente dopo aver raccolto, nel corso del consueto Consiglio Comunale svoltosi nella giornata di ieri, una richiesta che ha dell’ incredibile. Argomento trattato, tra gli altri, nel corso della riunione tra il Primo Cittadino e la Giunta del Comune laziale, riguardava la proposta di intitolare una strada della città al politico italiano Giorgio Almirante. Richiesta più che onesta, che ha scatenato una discussione dai toni pacati ma prevedibili, almeno fino a quando il Consigliere di Forza Italia Giuseppe Coluzzi non ha preso la parola.

“ERA SOLO UNA PROVOCAZIONE”. Giuseppe Coluzzi ha immediatamente illustrato la sua iniziativa ad una inebetita platea. Il motivo di tale choc, da parte di Sindaco e Consiglieri di Latina è presto spiegato. “Perchè non intitoliamo una via ad Adolf Hitler?” avrebbe esclamato il Consigliere di FI, scatenando l’ ira del Primo Cittadino Giovanni Di Giorgi. “In merito alle dichiarazioni rilasciate dal Consigliere Comunale Giuseppe Coluzzi, per le quali peraltro l’ interessato si è prontamente scusato, ritengo che le stesse siano assolutamente inconcepibili e irricevibili e meritino, in ogni caso, una ferma presa di distanza da parte mia e dell’intera città”.
Adirato, ma per motivi ben diversi da quelli ben esposti dal Sindaco di Latina Di Giorgi, anche il diretto interessato, quel Giuseppe Coluzzi che ha parlato con la stampa di frasi strumentalizzate ed estrapolate dal contesto. “E’ stata solo una provocazione – ha sottolineato il Consigliere Comunale di Latina, rilasciando una dichiarazione ufficiale all’ Adnkronos – Parlavo del dovere della memoria nei confronti di chi ha lasciato una traccia nella storia”. Coluzzi ha tenuto anche a precisare di non aver nominato solo Hitler, ma anche “Stalin e Mao Tse-tung, non capisco perché sia stato riportato solo il nome di Hitler”.

“RICORDIAMO CHI HA LASCIATO UNA TRACCIA”. La strenua difesa del Consigliere di Latina Giuseppe Coluzzi al suo pensiero, a sua detta “distorto” da terzi, continua in questi termini: “Il dovere della memoria va privilegiato rispetto al diritto all’ oblio, anche a tutela di chi ne ha subito i danni e affinché non si arrivi in futuro all’ ascesa al potere di quelle persone”. Coluzzi ha concluso affermando che “Sarei contento se si inaugurassero strade a Berlinguer, Craxi, Andreotti: le persone che hanno lasciato una traccia nella storia vanno ricordate affinché la gente non perda la memoria di ciò che è accaduto”.
La polemica, intanto, resta: sarebbe eticamente corretto intitolare strade e piazze a coloro i quali hanno tinto di nero le pagine della Storia del Mondo, compiendo carneficine a danni di persone innocenti, solo per non dimenticare quanto questi sedicenti personaggi abbiano inciso, con le loro decisioni, sulle nostre vite? Vi è solo una certezza riguardo alla strana proposta lanciata tra le quattro mura del Comune di Latina: continuerà a far parlare di sè per molto, molto tempo.

,
Mentor

Written by Laura Rossi

Membro orgogliosa di Dracia.com

Years Of MembershipVerified MemberContent AuthorViral InstinctStaff WebsiteComment AddictVoterstellarEmot Addict

Lascia un commento

ß.torics, il primo generatore di energia dai raggi lunari

No ai figli alle coppie gay