Menu Scrittori

Google+

Twitter

Fans
1017
Articoli
355
Commenti
3277
Membri

Le auto di Lupin III

Moltissimi eroi, super-eroi, cattivi e cattivissimi, nelle loro avventure sono alla guida di una macchina, una moto o addirittura un camion divenuti col tempo un personale segno di distinzione, oltre che un mezzo di trasporto. Il Maggiolone Volkswagen di Dylan Dog, l’inconfondibile Jaguar di Diabolik, La Batmobile dell’Uomo Pipistrello, la sgangherata 313 di Paperino: sono tanti i mezzi di trasporto che scarrozzano gli eroi dei fumetti in giro per le strade del mondo. Lupin III, Rupan Sansei, nell’originale giapponese è un manga ideato da Monkey Punch nel 1967, liberamente ispirato al ciclo di romanzi francesi sul ladro gentiluomo Arsène Lupin, immaginato come nonno del nostro anti eroe. Dal manga sono stati tratti vari anime, a partire dal 1971. In italia arrivano nel 1979 e spopolano subito, anche grazie alla simpatica spregiudicatezza del protagonista e alle ricorrenti, seppur velate, allusioni sessuali. Lupin III, genio del crimine e del travestimento come suo nonno, è un pennellone dinoccolato, è alto 1,80 per 60 chili. Indossa sempre una inconfondibile giacca, che al massimo varia tra il verde e il rosso. Suoi inseparabili amici e compagni di crimine, il samurai Ghemon, il pistolero Gigen e la splendida maggiorata Fujiko, sua fiamma ma anche spesso sua rivale nei furti. Eterno avversario ed eterno sconfitto, L’ispettore Zenigata, col quale narrativamente forma una coppia di ferro. In tutte le sue avventure Lupin, fanatico dell’estetica e delle prestazione, si sposta sempre su macchine di eccellenza. Le Mercedes Benz sono tra le sue preferite.

01
Foto 1 di 24 (Clicca sulle frecce per vedere le altre foto)

Mercedes Benz SSK 1928
La Mercedes SSK del 1928, usata da Lupin nelle serie televisive e nel pilot-film del 1969, è una vettura derivata dal precedente modello SS del quale manteneva il motore a sei cilindri in linea di 7069 cc., dotato di un compressore tipo ‘Roots’ che portava la potenza da 170 a 250 HP. Questo modello fu il primo progettato senza l’ausilio del Dr. Porsche e segnó l’inizio della collaborazione con Hans Nibel. Questa auto con velocitá di punta di 190 km/h fu subito protagonista dei Gran Prix dell’epoca. Famosi furono i duelli del suo miglior pilota Caracciola con le Alfa e le Bugatti.

Mercedes Benz SSKL 1931
Lupin guida una Mercedes SSKL del 1931 nel lungometraggio del 1978 “Mamoo no ichien”, meglio conosciuto in Italia come “La pietra della saggezza”. Si tratta di una versione alleggerita della SSK. La sua presentazione avvenne nel 1931 e subito si distinse nelle competizioni vincendo la Millemiglia e il Gran Prix di Germania di quell’anno. La potenza di quest’auto venne portata, agendo sulla pressione di alimentazione, a 300 HP, valore veramente eccezionale per quell’epoca.
Motore: 6 cilindri in linea
Alesaggio: 100 mm.
Corsa: 150 mm.
Potenza: 170 Hp / 250 HP con compressore – 170 HP / 300 HP per la SSKL
Velocitá: 190 km/h – 250 km/h con carrozzeria aerodinamica per la SSKL
Passo: 3450 mm.
Carreggiata: 1470 mm.
Pneumatici: 6.50×20.


Scrivi un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento. Usa il box Collegami.