Menu Scrittori

Google+

Twitter

Fans
1017
Articoli
355
Commenti
3277
Membri

Intervista a Lea

News.dracia.com: Okay, iniziamo dal principio e partiamo col qualche domanda per raccontarci del tuo inizio. Qual è stata la prima cosa che hai pensato prima di iniziare?
Lea: La mia esperienza di fotomodella è iniziata per gioco. Delle mie amiche mi hanno proposto di contattare l’imprenditore della pubblicità per il quale loro stesse posano da anni, in modo da poter fare dei servizi fotografici esclusivi a mia volta. All’inizio sono stata molto titubante perché non mi sono mai prestata per un photoset realizzato da un fotografo professionista e quindi non sapevo come relazionarmi con una persona mai vista prima e, per giunta, con una macchina fotografica in mano. L’idea oltre a stuzzicarmi un sacco un po’ mi spaventava. Mi venivano in mente un sacco di domande come “E se dovessi dimostrarmi poco fotogenica?” “E se il fotografo fosse abituato a fotografare ragazze molto più belle di me? “E se non trovasse piacere nel fotografarmi?”.
DR: Come sei riuscita o chi ti ha aiutato per far si che tu superassi con classe questa negatività?
Lea: Ho sempre pensato di essere carina, ma non così tanto al punto da posare per un servizio fatto come si deve con la S in maiuscolo. In più ho un rapporto complicato col mio corpo e questo si è rivelato difficoltoso da superare soprattutto quando per superare i miei limiti ho scelto di posare in bikini o intimo. In tutto ciò, il fotografo ha giocato un ruolo fondamentale perché mi ha messo a mio agio fin da subito, aiutandomi scatto dopo scatto a sciogliermi sempre di più, fino a farmi divertire nel posare e rendermi fiera di me stessa.
DR: In questa esperienza trascorsa, cosa ti ha colpito di più? Ti sei divertita?
Lea: Fare un servizio fotografico per Luca è stata un’esperienza bellissima perché mi ha fatto capire che ogni donna è bella a modo suo. Alte, basse, magre, prosperose, bionde, more, rosse… Ognuna di noi è bella perché è diversa. Negli shooting fotografici fatti mi sento a mio agio e credo di esser riuscita nel compito di far emergere la mia personalità al contrario dei concorsi di bellezza in cui non c’è la possibilità di aggiungere nulla all’aspetto estetico. Inoltre, le fotografie che stiamo realizzando immortala molti aspetti affascinanti di una donna, mostrando il suo aspetto esteriore e interiore. Sono fortemente del parere che dai lavori che stiamo mettendo in atto si possano addirittura percepire i sentimenti e le emozioni che pervadono ogni donna, non solo la bellezza o la sensualità. Per questo adoro posare. Mi piace fissare l’obiettivo e sperare che i miei occhi dicano qualcosa a chiunque guardi una mia foto.
DR: Cosa consiglieresti a tutte quelle ragazze che in questo momento ti stanno leggendo? Sia a quelle che vorrebberò o che sono tentate di farlo?
Lea: Io non vedo l’ora di rifarlo… E tu cosa aspetti? ;D


Scrivi un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento. Usa il box Collegami.