Menu Scrittori

Google+

Twitter

Fans
1017
Articoli
355
Commenti
3277
Membri

I cibi da avere sulla propria scrivania per mantenere la concentrazione

Le mandorle
Le mandorle offrono energia, vitamine, ferro, calcio e magnesio, ed hanno un’azione antinfiammatoria per reni ed intestino. Una proprietà molto apprezzata delle mandorle è la loro capacità di smorzare la fame. Una decina di mandorle al giorno sono la quantità giusta per trarne unicamente benefici.

I frutti rossi
Tenete sempre un cestino di frutti di bosco sulla vostra scrivania: con pochi zuccheri, i frutti di bosco contengono le vitamine A, B1 e B2; inoltre combattono i radicali liberi e prevengono l’invecchiamento delle cellule dell’organismo. I lamponi, inoltre, hanno un’azione diuretica e aiutano a combattere le infezioni.

Le albicocche secche
La forte presenza di minerali come potassio, fosforo, magnesio, ferro e calcio, rende l’albicocca secca uno scrigno di benefici. L’alto contenuto di fibre alimentari apporta benefici alla regolarità intestinale, abbassa il colesterolo e lo zucchero nel sangue. La vitamina A presente nell’albicocca secca le conferisce proprietà antiossidanti che migliorano le difese immunitarie. Il betacarotene presente stimola la produzione di melanina, favorendo l’abbronzatura, rafforza denti ed ossa, e migliora la vista.

La mela
Una buona mela è lo spezza fame cui si pensa più spesso: facilmente trasportabile, poco calorica, se mangiata a morsi fa bene anche a rafforzare le gengive e a mantenere i denti più puliti. Se vi trovate in una crisi di fame acuta, non gettatevi sui cioccolatini, preferite una buona mela verde o una Pink lady.

Lo yogurt
Lo yogurt al naturale ha moltissimi benefici, tra cui: rinforza il sistema immunitario contro batteri e virus, ed aiuta anche a contrastare il raffreddore. Efficace per aiutare la digestione, lo yogurt aumenta inoltre la capacità di assorbire l’acqua, per questo è un alimento che contribuisce a reidratarsi velocemente. Il potassio presente nello yogurt aiuta a ridurre l’eccesso di sodio nel corpo, ed è quindi utile in caso di ipertensione.

I semi di chia
Una miniera di acidi grassi Omega 3, i grassi “buoni”.
I semi di Chia sono ricchissimi di Omega 3, i grassi buoni che aiutano ad abbassare i trigliceridi ed il colesterolo cattivo (LDL), mentre aumentano il colesterolo cosiddetto “buono” (HDL). I grassi Omega 3 aiutano le membrane cellulare a rigenerarsi. I semi di Chia contengono 8 volte più Omega 3 del salmone, uno dei pesci azzurri a più alto contenuto di Omega 3. Ricchi di antiossidanti, sono anche un multiminerale. La Chia protegge dall’ossidazione e combatte i radicali liberi, aiutando a prevenire le malattie legate all’invecchiamento cellulare. Potrete consumare semi di Chia come un integratore di minerali, in quanto contengono una quantità di potassio 2 volte superiore alle banane, 15 volte il magnesio contenuto nei broccoli, il triplo di ferro rispetto agli spinaci. Poveri di sodio, i semi di Chia possono essere consumati anche dalle persone soggette a pressione alta. I semi di Chia contengono 4 volte più antiossidanti rispetto al mirtillo, e si confermano come la più alta fonte naturale di antiossidanti vegetali. Aggiungetene 2 cucchiaini al vostro yogurt, aspettate dieci minuti per consentire alla chia di formare un gel assieme allo yogurt, e gustate.

Le banane
Le banane sono ottime per i momenti in cui la fame ci annebbia il cervello, e non riusciamo a concentrarci. Anche il sistema nervoso e l’umore riceveranno dei benefici, grazie alla presenza di triptofano nelle banane, una sostanza trasformata in serotonina.

I crackers
Quando iniziate a sentire i morsi della fame mangiate un pacchetto di crackers, che contiene circa 120 kcal. Uno spuntino leggero e gustoso, che vi permetterà di arrivare a pranzo senza i morsi della fame.

Una bottiglia d’acqua
Per stare bene ed avere la mente concentrata dobbiamo essere correttamente idratati. Il consiglio è bere durante tutto il corso della giornata, almeno 1,5 L d’acqua al giorno. Inoltre, bere molta acqua favorisce la digestione e l’eliminazione delle tossine, nonché lotta contro il gonfiore e la ritenzione idrica, causa della cellulite.

Le gallette di riso
Verso la fine del pomeriggio capita spesso di sentire fame; optate per 4 gallette di riso da mangiare lentamente. Comode da tenere sulla scrivania, le gallette saziano senza appesantire. La buona norma sta sempre nella quantità: le gallette di riso, contrariamente a quanto si tende a pensare, sono molto caloriche.


Scrivi un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento. Usa il box Collegami.