Menu Scrittori

Google+

Twitter

Fans
1017
Articoli
355
Commenti
3277
Membri

Allarme Sindrome Ciclopica congenita: sono le radiazioni

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sta lavorando con il Ministero iracheno della Sanità sulla percentuale di nascituri che presentano forme di gravi malformazioni congenite: una tra queste ha fatto parecchio discutere, perché è stata documentata la presenza della mutazione che rende i neonati letteralmente ciclopi, come mostrano le foto. Non sono colpiti da questa particolare mutazione soltanto gli esseri umani, ma anche gli animali non umani di varie specie, in percentuali allarmanti quanto sempre crescenti, tanto che la mutazione è stata chiamata “Sindrome Ciclopica“. Il sondaggio effettuato dai maggiori enti mondiali ed iracheni è stato attuato su circa 10.800 famiglie dell’Iraq, tra le quali moltissime hanno presentato, nelle nuove generazioni, i cambiamenti genetici portati dalle conseguenze della guerra e dell’occupazione del Paese da parte degli Usa tra 2003 e 2011. Questi effetti così devastanti sono causati dall’uranio impoverito, utilizzato nelle munizioni durante le grandi guerre per la sua capacità di perforazione, elemento di grande potere radioattivo e notoriamente capace di generare forme tumorali nell’essere umano, perché si fissa nei polmoni. Alla luce di ciò, ancora non è chiaro perché in Iraq l’effetto delle radiazioni più diffuso sia proprio la Sindrome Ciclopica, rispetto alle altre mutazioni che si sono manifestate molto di più in altre regioni geografiche colpite dalla guerra nucleare.

Iraq: Neonati CICLOPI a causa delle radiazioni
Da tempo si è in attesa dei risultati dello studio condotto dall’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) e del Ministero della salute dell’Iraq che stanno indagando sul grave aumento nel paese di casi di malformazioni congenite (caratterizzati da un’anomalia della forma o della struttura di una parte del corpo presenti nel nascituro fin dal momento in cui gli spermatozoi paterni e l’ovulo materno si uniscono formando la prima cellula) e cancro.
Questo tipo di malformazioni si sta presentando in percentuali davvero preoccupanti sia in umani che animali.
Il dossier, che ha come oggetto di studio circa 10.800 famiglie irachene e i loro animali domestici, esamina il rapporto esistente tra l’aumento delle malformazioni congenite correlate alla “Sindrome Ciclopica” e l’impiego di munizioni contenenti urano impoverito utilizzate nel corso della guerra e dell’occupazione Usa in Iraq tra il 2003 e il 2011.
L’uranio impoverito viene introdotto nelle munizioni per il suo potere nel perforare le mura e veicoli blindati, ma i proiettili al contatto si polverizzano generando un pulviscolo che, se inalato, penetra e si fissa nei polmoni. E’ noto che l’esposizione a materiale radioattivo è un fattore scatenante di cancro, alterazioni nella riproduzione (provoca sterilità o aborti) e malformazioni congenite. Al momento non è ancora chiaro il perché in questa zona geografica, la cosa si ripercuota proprio generando nascituri con questa malattia, ma è sicuramente relazionabile alle particolare condizioni climatiche, igieniche e longitudinali.
A rilasciare tali informazioni durante una recente intervista all’agenzia Tierramerica, è Syed Jaffar Hussain, capo della missione dell’Oms in Iraq il quale ha aggiunto che per stabilire le relazioni di causa tra l’esposizione all’uranio impoverito e l’aumento di alcune malattie tra la popolazione umana e animale irachena sono necessarie indagini a carico di entità competenti.
Quali siano queste entità competenti non è dato saperlo. Source: ???


Scrivi un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento. Usa il box Collegami.